Le compagnie digitali rifiutano la tassazione dei loro redditi in Slovacchia

Le compagnie digitali rifiutano la tassazione dei loro redditi in Slovacchia

La modifica della Legge sull’imposta sul reddito, entrata in vigore a gennaio, aspira a tassare le attività slovacche delle piattaforme digitali come Uber e Booking.com.

Queste sono state costrette ad aprire le filiali in Slovacchia entro la fine di febbraio, ma soltanto una lo ha fatto nonostante le avvertenze dell’autorità fiscale FS. FS pianifica altre azioni, ancora non specificate. Le compagnie digitali sostengono che non ci sia bisogno di tassare le loro attività in Slovacchia, basandosi sugli accordi internazionali contro la doppia imposizione.

 

Fonte: Camera di Commercio Italo-Slovacca